COLLEGIO ARALDICO

Il Libro d'Oro

Il Libro d’Oro della Nobiltà Italiana vide la luce nel 1910. Riunisce le famiglie che erano elencate nel Libro d’Oro della Consulta Araldica del Regno d’Italia e quelle comprese negli Elenchi Ufficiali Nobiliari del 1921 e del 1933. Sono presenti 1997 famiglie nobili, per ciascuna delle quali è riportato un breve cenno storico, lo stato di famiglia aggiornato e lo stemma in bianco e nero, con relativa blasonatura. Per 3859 famiglie vi è un richiamo alle precedenti edizioni del Libro d’Oro che ha quindi preso in esame, nella sua più che centenaria esistenza, almeno 5856 famiglie nobili italiane.

librodoro 2

L’ultima edizione del Libro d’Oro della Nobiltà Italiana (XXV edizione 2015-2019), è stata pubblicata nel 2016, consta di due tomi [volume XXX (A-L) e volume XXXI (M-Z) della serie] per un totale di . ca. 2000 pagine. Sono presenti circa 2000 famiglie nobili, per ciascuna delle quali è riportato un breve cenno storico, lo stato di famiglia aggiornato e lo stemma in bianco e nero.

La prossima edizione, la XXVI 2020-2024,  verrà pubblicata nel 2020.

Sono disponibili per consultazione presso il Collegio Araldico tutte le edizioni del Libro d’Oro, mentre è possibile acquistare su richiesta via mail dalla VI alla XXIV edizione*. L’edizioni che può essere acquistata direttamente dall’e-commerce è la XXV.

*Attualmente sono esaurite le edizioni I, II, III, IV, V, XI e XXI.

Con l’inizio dell’anno 1903, venne fondata la Rivista Araldica, concepita come organo ufficiale del Collegio Araldico. Il Sommo Pontefice Leone XIII incoraggiò con la Sua Apostolica benedizione l’iniziativa.

Il Suo successore, Pio X, dette anche Egli il Suo sostegno morale, quasi all’indomani stesso della elevazione al soglio pontificio.

Nel 1910, il Collegio Araldico pubblicava la prima edizione del Libro d’Oro della Nobiltà Italiana.

Per sapere di più vada alle voci:
Rivista Araldica
Libro d’Oro